Dopo aver visto che cosa è una VPN, oggi andiamo a vedere come scegliere un buona VPN.

I siti web che visitiamo, il nostro Internet Service Provider (ISP), o qualsiasi altra persona (con le dovute capacità) connessa alla nostra rete, può vedere la nostra attività online attraverso l’ID virtuale del nostro computer, l’indirizzo IP.

Anche se pensiamo che utilizzare la modalità incognito possa mantenerci al sicuro, be non è così.

La modalità incognito non mantiene niente di tutto quello che esce dal nostro hardware.

Una Virtual Private Network (VPN), può già offrire un certo grado di anonimità, andando a mascherare l’indirizzo IP del nostro computer da occhi indiscreti, tranne però che da quelli del provider VPN stesso.

La Virtual Private Network offre una sorta di tunnel segreto tra il nostro telefono o computer ad internet, andando quindi a rende il lavoro molto più difficile ad eventuali occhi indiscreti.

Questo perché quello che si potrà vedere è l’indirizzo della IP della VPN che naviga sui siti e non il nostro e pertanto sarà più difficile fare un collegamento tra noi e i dati della navigazione.

Dopo esserci registrati per un servizio VPN ed averlo abilitato sul nostro dispositivo, il nostro traffico sarà protetto.

E da notare, comunque, che è tecnicamente possibile per il nostro provider VPN spiare e registrare la nostra identità su internet.

Per questa ragione è importantissimo scegliere un provider VPN di cui potersi fidare al massimo.

Ma come fare a scegliere un provider VPN tra le migliaia che ci sono in giro su internet?

La risposta non è semplice ma ci sono comunque delle linee guida che possiamo seguire quando andiamo ad effettuare la scelta:

  • Privacy: La prima cosa da controllare e che cosa accade ai nostri dati personali. E’ sempre raccomandabile cercare dei provider che non salvino e non condividano le nostre informazioni personali. Per questo occorre perdere un pò di tempo a leggere la Privacy Policy del servizio a cui siamo interessati.
  • Costo: Ci sono alcuni provider VPN che offrono questo tipo di servizio gratuitamente. Ma dato che mettere in piedi un servizio del genere ha dei costi, se non lo paghiamo e perchè molto probabilmente il logo pagamento sono i nostri dati. Per questo è sempre meglio scegliere un servizio a pagamento e che sia in linea con il nostro budget di spesa.
  • Velocità: I provider VPN alcune volte pubblicano le loro velocità di connessione, ma il modo migliore per stare lontani da un servizio lento e quello di registrarti per un periodo di prova e fare diversi test di connessione e velocità, per testare con mano le prestazioni, prima di acquistare il servizio.
  • Posizione: Si potrebbe preferire utilizzare determinati provider VPN che si trovano in determinati stati o regione, sia per una questione puramente di velocità ( a volte se la VPN è più vicina la velocità è migliore), sia per una questione di privacy dei dati (alcune nazioni hanno regole molto più restrittive in questo campo).

Ci sono centinaia di VPN provider in giro per il mondo e quindi la scelta può variare in base a quanto abbiamo visto appena sopra e a quello che cerchiamo e pertanto consigliare un servizio al posto di un altro potrebbe essere sbagliato.

Ma se proprio non sappiamo cosa scegliere, due buoni servizi da cui partire possono essere TunnelBear che viene utilizzato anche da molti membri del team di DuckDuckHo oppure da ProtonVPN che tra l’altro sono i creatori di uno dei più noti sistemi di email crittografata Protonmail.