I nuovi utenti che sono da poco passati da Windows a Linux, cercano spesso ad una alternativa di Ccleaner per Linux.

Per chi non lo conoscesse Ccleaner è un’applicazione che permette di liberare facilmente spazio andando a rimuovere file non necessari e disinstallando completamente le applicazione che non vengono usate.

Stacer è una nuova applicazione per Ubuntu che funziona in modo simile a Ccleaner per ottimizzare il sistema.

Stacer è stato creato con le migliori tecnologie di Open Web tra cui Electron.

Le possibilità offerte da Stacer sono divise in 5 sezioni:

1- Dashboard

La Dashboard mostra varie informazioni sul sistema (come Memoria, CPU ecc.) e mostra un’anteprima visuale dell’utilizzo delle risorse.

E’, diciamo, una specie di “Task Manager”.

2- System Cleaner

La sezione System Cleaner da la possibilità di cercare e pulire 4 tipi di file potenzialmente non necessari:

Apt cache: Ogni volta che installiamo un pacchetto sul nostro sistema tramite il comando apt, il pacchetto scaricato viene salvato nella cache. Questa caratteristica è utile se vogliamo andare a reinstallare la stessa versione di questo pacchetto senza dover andare ad eseguire di nuovo il download. Ma questo logicamente occupa spazio sul disco e può essere rimosso se abbiamo bisogno di spazio libero.

Crash Reports: Quando una qualsiasi applicazione va in crash, viene generato automaticamente un crash report che può essere inviato allo sviluppatore per aiutarlo a capire quale è il problema. Da questa sottosezione possiamo rimuovere questo tipo di file.

System Logs: Questa sezione contiene diversi file di log che vengono creati da diversi processi e sistemi.

App Cache: Le applicazioni salvano diversi file nella cache per migliorare le performance. Da questa sottosezione possiamo andare ad eliminare questo tipo di file.

Nota: Bisogna fare attenzione quando si rimuove la Cache delle app. Si potrebbe andare incontro a problemi con alcune applicazioni.

3- Startup Apps

La sezione Startup Apps permette di gestire, come è facilmente intuibile dal nome, le applicazioni che si avviano in modo automatico all’avvio del sistema. Più applicazioni vengono caricate all’avvio del sistema e più tempo impiega il sistema per avviarsi ed essere pronto all’uso.

4- Services

Questa sezione permette di cercare i servizi disponibili sul sistema e attivarli o disabilitarli direttamente da qui. Andando a disabilitare alcuni sistemi si recupera un po’ di memoria. Ma bisogna sempre fare attenzione a quali servizi si vanno a disabilitare, in quanto, alcuni servizi sono importanti per il corretto funzionamento del sistema operativo.

5- Uninstaller

Questa sezione elenca ogni pacchetto installato nel sistema. Da qui si può cercare e rimuovere qualsiasi pacchetto si voglia. Ma anche in questo caso bisogna fare attenzione perché si potrebbero rimuovere dei pacchetti necessari al corretto funzionamento del sistema.

Stacer è un app che può tornare utile agli utenti che sono alle prime armi in quanto permette di ripulire e “ottimizzare” il sistema tramite un’unica interfaccia.

Ma bisogna comunque fare un uso consapevole di questo tipo di applicazioni perché se non si sa cosa si va a “ripulire” si rischia di fare danni al proprio sistema operativo.

Per installare Stacer, è disponibile sia il pacchetto .deb che la procedura sulla pagina GitHub del progetto.

Aggiornamento: Dalla pagina GitHub del progetto sembra che sia disponibile anche una versione per Fedora.