Da pochi giorni è disponibile la nuova release di Kodi, uno dei software multimediali open source più apprezzati.

Per chi non lo conoscesse, Kodi, era nato come un progetto dedicato alla prima console di Microsoft, la prima Xbox. All’epoca si chiamava XBMC (Xbox Media Center) e come si puo evincere dal nome permetteva di trasformare la Xbox in un media center.

Gli anni di sviluppo successivi lo hanno trasformato in un media center multi piattaforma.

Infatti ad oggi Kodi è disponibile per tutte le piattaforme più conosciute e usate, da Windows a Linux passando per Android e iOS.

Un lavoro questo praticamente immenso, se si tiene conto della complessità del software stesso.

Da pochi giorni Kodi è giunto alla versione 18, nome in codice Leia.

Andiamo a vedere brevemente quali sono le novità principali presenti in questa nuova release:

  • Supporto al retro gaming
  • Supporto per il DRM (Digital Rights Management)
  • Supporto per il Live TV tweaks
  • Supporto per il sistema radio RDS (Radio Data System)
  • Supporto migliorato per il Blu-Ray
  • Supporto per Wayland su Linux

A parte le novità che sono più in linea con un media center vi sarà immediatamente saltato agli occhi, in questo elenco, il supporto al retro gaming.

No, non è un errore, infatti da oggi, Kodi, oltre a permettere di vedere film, serie TV e ascoltare la radio, consente anche la possibilità di giocare.

Kodi 18 supporta emulatori, file ROM e gamepad, per poter giocare tranquillamente ai grandi classici del passato in modo semplice, veloce e ben implementato all’interno del sistema che ben conosciamo.

Inoltre fra le novità principali vanno anche segnalate le migliorie fatte alla Libreria musicale, che è stata resa più semplice da utilizzare ed inoltre ha delle nuove opzioni per filtrare in modo più preciso i risultati.

Tutto questo lavoro a richiesto oltre due anni di sviluppo e fra aggiunte e implementazioni sono state modificate ben 500.000 righe di codice.

Un lavoro grandissimo per i 36 sviluppatori che hanno contribuito al progetto. Se volete avere tutti i dettagli precisi dell’aggiornamento vi raccomando di leggere la nota di rilascio completa.

Bene, ora dopo aver letto le novità andiamo a vedere come installare questa nuova versione del nostro media center preferito su Ubuntu e derivate.

Nota: Prima di eseguire questa operazione è consigliabile rimuovere ogni versione precedente di Kodi installata sul nostro sistema, per evitare conflitti tra i pacchetti.

Per farlo occorre pochissimo, basta aggiungere il ppa ufficiale con il comando:

sudo add-apt-repository ppa:team-xmbc/ppa

Dopo aver aggiunto il ppa ufficiale basta dare il comando seguente per aggiornare l’elenco dei repository e installare kodi:

sudo apt update && sudo apt install kodi

Terminata l’installazione possiamo goderci la nuova versione di Kodi 18.